Villa Rusconi Clerici • Matrimonio Internazionale a Pallanza sul Lago Maggiore 2017-10-08T16:43:20+00:00

Project Description

X

Villa Rusconi Clerici Matrimonio

 “Location esclusiva sul Lago Maggiore”

Con il matrimonio di Sarah e David vi voglio portare alla Villa Rusconi Clerici, splendida location per matrimoni a Pallanza – Verbania sul Lago Maggiore. 

E’ un matrimonio che ho realizzato un po’ di anni fa, ma non per questo me sono dimenticato. Sarah e David arrivano da Londra, portando con loro tutti i colori e la poesia che si crea quando in un’occasione come questa si incontrano diverse culture. L’amore non conosce confini ed è bello proprio per questo.

Li ringrazio moltissimo, anche a distanza di anni per avermi scelto, e dato la fiducia necessaria nell’affidarmi il compito di documentare il loro splendido matrimonio.

Nel mondo della fotografia, il reportage e nel mio caso il wedding reportage è l’approccio più bello che c’è. Poter realizzare delle immagini reali e piene di significato, che porteranno nel tempo l’emozione di tutti quei piccoli momenti che rendeno unico un matrimonio è qualcosa che mi da piena soddisfazione.

Ogni foto di matrimonio deve portare con sé una piccola storia, il racconto di un istante, e in questa giornata di storie da raccontare ce ne sarebbero state moltissime.

Come spesso accade tutto è iniziato dalla preparazione, i ragazzi si sono divisi tra l’Albergo Belvedere e l’Albergo Pallanza, entrambi molto eleganti e fortunatamente vicini. Alcune volte le coppie che mi contattano credono che il fatto che lavoro da solo costituisce un problema, tipo per la logistica nella fase della preparazione. In verità, l’unico problema che si può creare è da ricercarsi nella distanza dei luoghi ove avviene questa fase, ed in ogni caso basta stabilire un orario per riuscire a coprire entrambe le situazioni. Personalmente, visto che durante la preparazione dello sposo di solito non succede nulla di strano, e non me ne vogliano gli sposi, però ragazzi noi ci infiliamo la camicia e la cravatta e il gioco è fatto, preferisco partire proprio da voi, almeno quando mi sposto dalla sposa, posso concentrarmi in una fase che fotograficamente parlando offre molti più spunti.

Non fraintendetemi, è un piacere fare anche la preparazione dello sposo, però come alternativa il momento che preferisco è l’attesa in chiesa, che come vedrete dalle immagini è possibile fotografare molto bene una situazione che è carica di emozioni.

In questa circostanza ho avuto l’onore di conosce Simone Forti, videomaker della D-Video Production, di cui lascerò il link del trailer in fondo al post. E’ stato bello conoscere un professionista capace nel suo settore di andare molto oltre il banale video di un matrimonio a cui siamo sempre stati abituati.

E’ proprio ciò di cui parlo sempre, demolire i limiti e gli stereotipi del settore dove lavori ed andare oltre per riscoprire l’essenza del nostro lavoro e fare un balzo qualitativo enorme.

Simone Forti non stava realizzando un video di matrimonio, ma stava facendo un film. Prima di lui non avevo mai visto nessun videomaker lavorare in questo modo e con questo approccio. Lui come me, anche se la sua attrezzatura è molto più ingombrante e quindi è molto più difficile, cercava una inquadratura e descriva con un frame ciò che stava succedendo,… stava facendo cinema ed è stato bellissimo vederlo lavorare.

L’organizzazione dell’evento è stata affidata alla Desirée Faraglia della Tearose Event Planner, che ringrazio molto per la discrezione e la professionalità, e tutto è stato impeccabile. E’ bello lavorare con dei veri professionisti, ove tutti sono sempre a disposizione, ma ognuno pensa a fare bene il proprio lavoro. Nella mia carriera ho lavorato con molte Wedding Planner, ma devo ammettere che la maggior parte vivono il giorno del matrimonio con troppa ansia, quindi o sono improvvisate o forse non hanno il carattere per lavorare in questo settore. Sono spesso agitate, e scusate ma solo la sposa lo può essere :-), pretendono di controllare e gestire il tuo lavoro quando non lo conoscono affatto…. quindi lo ripeterò altre 100 volte, quando scegliete di affidarvi a qualcuno, valutate sempre molto bene. Scegliete sempre una figura che ha esperienza e che vi trasmette professionalità e sicurezza non solo a parole, una figura come Desirée, che conosce il settore e può guidarvi nella realizzazione del vostro matrimonio da sogno.

Il giorno del matrimonio non può essere replicato, quindi valutate sempre con attenzione. Con Desirée invece è stato una meraviglia, ci siamo incontrati per un caffè prima delle preparazioni, un bel briefing per definire un po’ tutte le info che comunque mi erano già state inviate in settimana, e poi via…… ognuno nel proprio campo a far contenti i ragazzi.

… Come dicevo l’arrivo in chiesa dello sposo è un momento che proprio mi piace, in questa circostanza si possono fare delle grandi fotografie cariche di significato, anche perché manca poco, arrivano gli amici, i parenti, le damigelle ecc…. tutti eleganti ed impeccabili e di solito l’emozione è palpabile. Nel matrimonio di David è stato pure meglio, la chiesa di Pallanza è molto molto bella, ha una lieve scalinata che slancia tutte le immagini, e quando è arrivata la famiglia con gli abiti tradizionali è stato fantastico…. e il reportage di Sarah e David incominciava a prendere vita.

Come cornice del matrimonio è stata scelta la Villa Rusconi Clerici, il fascino dei paesini bordo lago non richiede una spiegazione, e se come Villa Rusconi Clerici la vostra location è bordo lago ogni commento è piuttosto superfluo. Dalla chiesa si raggiunge comodamente a piedi in pochi minuti. Per esperienza, se è possibile evitare lunghe trasferte tra la cerimonia e il luogo scelto per i festeggiamenti è sempre un valore aggiunto. In generale la location è spettacolare, non c’è molto da dire e dopo la cerimonia gli invitati si sono incamminati mentre Sarah e David si godevano un piccolo momento di intimità con un giretto in barca arrivando alla villa in grande stile. 

Anche il tempo è stato dalla nostra parte, rischio pioggia durante tutto il giorno, nuvole cariche d’acqua che rendono ogni immagine ancora più evocativa, ma alla fine ha piovuto un pochettino solo durante la cena quindi non creando nessun disagio. Ciò che ho apprezzato al riguardo è stato il relax degli sposi e degli invitati, ovvio che tutti speravano che non piovesse, però anche la sola eventualità non ha incrinato minimamente il clima di gioia che ho vissuto in questo matrimonio davvero speciale. 

Purtroppo non ricordo il nome del catering, però come per tutto il resto il livello era molto alto.

C’è un’usanza di cui vorrei parlare e che ho ritrovato in tutti i matrimoni di cliente stranieri e che praticamente non avviene mai nei matrimoni italiani…. ed è lo Speech, insomma il momento in cui almeno i testimoni e i papà fanno un breve/lungo discorso agli sposi. Di solito si uniscono anche gli amici e nei matrimoni danesi il tutto è abbastanza senza fine, però ho notato che è veramente un gran bel momento, sicuramente provoca un po’ di ansia in coloro che sono chiamati a tenere in mano un microfono, però in tutti i matrimoni che ho fatto, questa parte non è mai stata né noiosa né scontata. Sarebbe bello che avvenisse con la stessa eleganza e rispetto con cui avviene nei matrimoni stranieri, e se vi è capitato sapete di cosa parlo. Tenere un microfono in mano non è facile, ma basta parlare con il cuore e il resto viene da sé.

Un ringraziamento a Sarah e David per la gentilezza con cui mi hanno accolto e considerato durante tutto il matrimonio, spero che rivedere queste immagini a distanza di anni vi faccia rivivere uno dei giorni più importanti della vostra vita e spero che vi trovino felici ed innamorati come vi ho conosciuto io. 

Grazie.

 

Jean Claude Manfredi Fotografo Matrimonio Milano

© Copyright 2016-2017 • Manfredi Studio by Jean Claude Manfredi • PI 01104850076 • All rights reserved