Villa Mattioli: Il matrimonio di Giulia e Stefano2017-10-08T16:48:19+00:00

Project Description

X

Villa Mattioli Matrimonio: Il Giorno del sì di Giulia e Stefano

Oggi per il matrimonio di Giulia e Stefano entreremo nella Villa Mattioli, splendida location per Matrimoni a Monza e Brianza (Lesmo). Villa Mattioli risale al 1850 ed è stata recentemente ristrutturata e riportata al suo storico splendore, troverete un immenso parco secolare risalente al ‘600 oltre all’eleganza della villa e dei suoi interni.

Un aspetto non indifferente di questo lavoro è la possibilità e probabilità di cambiare location ad ogni matrimonio. Questo è un aspetto piuttosto positivo nel mio lavoro, visitare nuove location di matrimonio, trovare nuovi punti di vista, nuove inquadrature è qualcosa di fondamentale per chi lavora con una tecnica e un approccio fotogiornalistico.

Aiuta a non seguire uno schemino durante la giornata, quindi a non standardizzarsi e a non diventare pigri 🙂 , anche se ricercando sempre l’unicità in ogni matrimonio diventare standard è piuttosto improbabile, però il rischio c’è sempre.

In ogni caso cambiare alimenta la fiammella dell’improvvisazione, e questo fa sempre e solo bene.

Non bisogna mai smettere di sperimentare, di osservare e rischiare di fare anche una foto brutta e se dovesse capitare… pazienza. I migliori fotografi di foto brutte ne fanno a pacchi, i migliori fotografi di matrimonio sono coloro che nella loro carriera non hanno mai smesso di mettersi alla prova, affrontando ogni lavoro come se fosse il primo, quindi con curiosità e voglia di fare.

Dal mio punto di vista l’immagine che ti stupisce e ti emoziona non può essere né costruita né tanto meno prevista, può essere solo cercata. 

Nel reportage di matrimonio una “bella fotografia” può essere costruita, ma la “grande immagine” semplicemente appare e dura meno di un istante. Semplicemente la vedi, nel momento in cui appare, e allora osservi nella macchina, in funzione del tuo occhio e del tuo stile fai la tua inquadratura e scatti. La ricerca può durare tutta la giornata, ma l’individuazione dell’istante e la realizzazione è qualcosa che dura un attimo… ti giri senti dentro qualcosa e ti azioni. E se anche sono un po’ imperfette….. pazienza, facciamo reportage non foto in studio, è nell’imperfezione che si trova l’unicità e questo è un dato di fatto.

La fotografia non è l’arte di fotografare, ma è l’arte di osservare. JM

Tecnicamente si da per scontato che un professionista sia in grado di realizzare una bella fotografia, ciò che fa la differenza è il momento che si descrive con le proprie immagini, ciò che fa la differenza è da ricercarsi pochi istanti prima di premere il pulsante, ciò che fa la differenza è la capacità di osservare e di intuire.

Villa Mattioli

Come prima esperienza alla Villa Mattioli matrimonio, personalmente mi sono trovato molto bene e devo dire che aspetti negativi non ne ho trovati. Molta gentilezza e professionalità del personale, anche nei confronti miei e del video maker, servizio eccellente e una location che offre ampi spazi e privacy a 360°. Fotograficamente si possono trovare spunti in ogni angolo e si ha l’imbarazzo della scelta, quindi ottima.

Con Giulia e Stefano abbiamo fatto anche quelle che possono essere considerate foto in posa, ciò che è importante comprendere del reportage è che davvero non faccio il regista della giornata, quindi fotografo ciò che accade naturalmente e quindi se qualcosa non avviene io non posso fotografarlo, se in modo spontaneo e naturale non passerete un momento da soli, non riuscirò a realizzare delle immagini dove siete da soli. Personalmente non disdegno le foto in posa, però penso che ci sia modo e modo di fare posa. Non amo essere invadente, non amo rubare tempo prezioso agli sposi e non amo far fare cose stupide ed imbarazzanti ai miei clienti per realizzare delle immagini senza senso.

5/10 minuti sono ampiamente più che sufficienti per fare delle belle foto da soli, non serve far correre o rotolare gli sposi in un prato per 50 minuti 🙂

Visto che a molti non piace essere fotografati, si può trasformare questo momento che per molti è fastidioso e trasformarlo in un momento di intimità, regalando ai propri clienti non un momento di stress vissuto con imbarazzo, ma un momento di relax solo per loro, in una giornata dove sono sempre al centro dell’attenzione. Si possono fare delle belle immagini che sembrino comunque in reportage, senza infastidire gli sposi, si tratta di creare una situazione, senza dominarla e lasciare ai ragazzi la libertà di viversela, di chiacchierare e magari di darsi un bacio autentico, una carezza. 

Ed ecco che ciò che può essere considerata posa, magicamente non lo è più.

Direi che mi sono dilungato anche troppo, comunque il resto è andato tutto bene, un bel pranzo, un gran bel ballo degli sposi accompagnato dalla bellissima voce di un’amica e da un chitarrista eccezionale e poi festa…..

Un saluto a Giulia e Stefano e spero che queste immagini vi trovino felici e spensierati come vi descrivono. 

Tanti auguri ragazzi

Jean Claude Manfredi • FOTOGRAFO MATRIMONIO MILANO

© Copyright 2016-2017 • Manfredi Studio by Jean Claude Manfredi • PI 01104850076 • All rights reserved

Tag: #villa mattioli matrimonio, #fotografo matrimonio monza brianza, #fotografo matrimonio milano, #wedding reportage